Se siamo in salute siamo sereni

Se siamo sereni siamo in grado di gestire con lucidità le situazioni che ci si presentano

Se siamo lucidi riusciamo ad agire nel migliore dei modi

Chi è l'Operatore Olistico

Da da piu di un decennio si sente sempre più spesso parlare di "discipline Olistiche", "medicina Olistica", "operatore Olistico" etc. ma il significato del termine "OLISTICO" è ancora poco chiaro per molte persone.

Il termine “OLISTICO” (dal greco “HOLON”, cioè “TUTTO”) di per sé non ha un significato specifico ma lo si usa per identificare un insieme di discipline che operano allo scopo di sostenere, mantenere e migliorare lo stato di salute della persona attraverso specifiche metodiche volte a stimolare e rinforzare le naturali risorse della persona.

Nella Medicina tradizionale l'individuo viene trattato come la somma di parti fisiche o psichiche più o meno malate, mentre nell'approccio Olistico ogni individuo è considerato diverso dall'altro e viene osservato e trattato nella propria interezza.

La malattia, quindi, è vista come uno squilibrio tra fattori sociali, personali ed economici, da un lato, e cause biologiche, dall'altro e, in questo modo si cerca di mettere in armonia le dimensioni emotive, sociali, fisiche e spirituali della persona al fine di stimolarne il processo di guarigione.

Per riassumere possiamo dire che:
- Viene ascoltata la persona, non la malattia
- Viene "ricercata e curata" la causa, non il sintomo
- Viene osservata la persona nell'ambiente che ha intorno
- Viene stimolata l'autoguarigione attraverso il "Riequilibrio"

Alla luce di tutto questo possiamo definire l'Operatore Olistico semplicemente come un “facilitatore” della consapevolezza globale di sé.

Una precisazione: L'Operatore Olistico non è un terapista, non fa DIAGNOSI e non cura malattie fisiche o psichiche, non prescrive MEDICINE o RIMEDI, e non si pone in conflitto con la medicina ufficiale e con la legge per l'abuso di professione medica.

 

ISTITUZIONE DELLE FIGURA PROFESSIONALE
DI OPERATORE IN DISCIPLINE BIO-NATURALI
PDL N° 0335

Art. 2 DEFINIZIONI E PRINCIPI

1) Per Discipline Bio-Naturali s’intendono quelle concezioni e pratiche, che hanno per finalità la promozione, la conservazione ed il ripristino dello stato di benessere e salute per il miglioramento della qualità della vita della persona, avvalendosi, a tale scopo, di metodi ed elementi naturali la cui efficacia è stata verificata dall’esperienza fattuale e storica, nei vari contesti culturali e geografici e che si fonda sul principio della necessaria armonia della persona con la natura, natura che ha cura dell’uomo. Su questo principio si innestano le peculiarità tipiche di ogni disciplina, ciascuna delle quali utilizza approcci, tecniche, strumenti, elementi e dinamiche originali e coerenti con il modello culturale da cui ha preso origine.


2) Per Operatore in Discipline Bio-Naturali s’intende la persona abilitata ad esercitare pubblicamente, sia in forma autonoma che in forma subordinata o parasubordinata, l’attività professionale inerente la disciplina, o le discipline, in cui abbia maturato specifica competenza.


ISTITUZIONE DELLE FIGURA PROFESSIONALE DI OPERATORE IN DISCIPLINE BIO-NATURALI

Sento doveroso aggiungere

Le informazioni riportate in questo "spazio" sono frutto del mio lavoro e di un personale interesse ed hanno quindi solo un fine divulgativo e illustrativo.

La medicina olistica non si pone in contrapposizione, nè in alcun modo intende sostituire la medicina tradizionale quindi vi chiedo di utilizzare con intelligenza e buon senso tutte le informazioni che qui troverete.

Queste non sono infatti riferibili né a prescrizioni, né a consigli medici, né a terapie sanitarie ed in nessun caso devono sostituire farmaci o consigli prescritti da un medico.